Resta in contatto

News

Qualificazioni Euro 2020: l’Italia batte 2-1 in rimonta la Bosnia e cala il poker

Vittoria sofferta per gli azzurri che vanno sotto per la rete di Dzeko, poi sistema le cose pareggiando con Insigne. Nel finale risolve tutto Verratti

ITALIA: Sirigu; Mancini (21’ st De siglio), Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri; Barella, Jorginho, Verratti; Bernardeschi (36’ st Belotti), Quagliarella (1’ st Chiesa), Insigne. A disp.: Cragno, Gollini, Romagnoli, Florenzi, Pellegrini, Sensi, Cristante. All.: Mancini

BOSNIA ERZEGOVINA Sehic; Todorovic, Bicakcic, Zukanovic, Civic (26’ st Nastic); Besic, Pjanic, Saric; Visca, Dzeko, Gojak (35’ st Cimirot). Kovacevic, Piric, Sunjic, Memisevic, Bajc, Prevljac, Loncar, Milosevic, Duljevic, Vrancic. All.: Prosinecki

ARBITRO: Estrada Fernandez (SPAGNA)

RETI: 32’ pt Dzeko, 4’ st Insigne, 42′ st Verratti

AMMONITI: Jorginho, Besic, Saric

Finlandia, Liechtenstein, Grecia

Allo Stadium l’Italia coglie la quarta vittoria di fila nelle qualificazioni a Euro 2020. Battuta in rimonta e a fatica, una Bosnia quadrata, andati in vantaggio con Dzeko, poi mattata dai gol di Insigne e Verratti. Azzurri pericolis al 2’ , quando Chiellini serve Barella, che imbecca Quagliarella, il quale sfiora subito la rete. Il cagliaritano (6’)  cerca di bissare la marcatura di sabato contro la Grecia, ma manca d’un soffio l’aggancio davanti a Sehic.  Azzurri a fare la gara nella fase iniziale del match, ma che rischiano pesantemente la rete al 20’. Fortunatamente Bonucci tocca con il piede quel tanto che basta per evitare che il tiro a botta sicura di Dzeko si insacchi. Il difensore della Juventus e della Nazionale è giustamente abbracciato dai compagni come se avesse siglato e non evitato la marcatura. Sei minuti dopo ci prova senza successo anche Besic.

BOSNIA IN GOL. Al terzo tentativo (32’) bonsiaci in vantaggio meritatamente con Dzeko, che ritrova il gol in nazionale dopo 5 partite senza siglare, segnando con facilità al termine di una bella azione corale, iniziata da Besic, e proseguita con l’assist di Visca per l’attaccante giallorosso. Risposta azzurra con Quagliarella al 42’, ma il pareggio non arriva.

PERLA INSIGNE. Nel secondo tempo non mancano le emozioni. Al 2’ brividi quando Gojak sfiora di testa, mentre al 4’ arriva il pareggio siglato in modo strepitoso dell’attaccante del Napoli che insacca con un collo destro al volo in girata sugli sviluppi di un angolo battuto da Bernardeschi.  Un minuto dopo fondamentale uscita di Sirigu ad evitare guai seri sulla battuta di Dzeko. Il portiere sardo si ripete (8’) su Civic. Al 24’ gran palla di Barella per Insigne, il portiere bosniaco Sehic salva il 2-1 spedendo in angolo. Momento azzurro: al 27’ dal corner di Bernardeschi, Chiellini di testa sfiora la marcatura. Problemi per Dzeko, colpito alla testa, costretto a lasciare il campo per essere medicato visto il sangue copioso che sgorga dalla testa.

VERRATTI. Quando il match sembrava incanalarsi sul pareggio arriva il 2-1 dell’Italia. A siglarlo al 42’ è il centrocampista del PSG, che aggancia la sfera dal suggerimento di Insigne e realizza con un tiro di prima intenzione che regala la quarta vittoria di fila. Da segnalare, nelle altre due gare del Gruppo J, degli azzurri la clamorosa vittoria dell’Armenia 3-2 in Grecia, mentre la Finlandia (come da pronostico) ha portato via i tre punti imponendosi 2-0 in casa del Liechtenstein.

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy

Altro da News