Resta in contatto

News

Diritti tv, mancato recesso pacchetto Calcio: sanzione a Sky Italia da 2,4 milioni di euro

La pesante multa da parte dell’Autorità garante per la comunicazione alla tv satellitare per non essersi adeguata a quanto ordinato nell’ottobre scorso

2,4 milioni di euro nei confronti di Sky Italia per non essersi adeguata a quanto ordinato dalla stessa Authority nell’ottobre 2018. È quanto si legge nel provvedimento emesso lo scorso 8 maggio dall’Agcom ma pubblicato oggi da parte dell’autorità garante per le comunicazioni nei confronti dei vertici dell’emittente satellitare da circa un anno anche sul digitale terrestre. Nell’autunno scorso l’Autorità era intervenuta ravvisando che Sky Italia non aveva garantito ai suoi clienti il diritto di recesso alla luce delle mutate condizioni dell’offerta dei propri prodotti. “All’esito dell’istruttoria condotta da questa Autorità – si legge nella delibera dell’Agcom – risulta che nessuna informativa sia stata fornita agli utenti impattati dalla manovra di rimodulazione del pacchetto Sky Calcio in ordine all’esatto contenuto delle modifiche del suddetto pacchetto e al connesso diritto di recesso in esenzione di costi e penali, anche in caso di offerte promozionali”.

Il caso, come riporta Digital-Sat, riguarda il cambiamento dell’offerta calcio a partire dalla stagione in corso, con il passaggio a Dazn di tre partite a giornata di serie A e delle gare di serie B. Modifiche che non hanno comportato alcuna variazione di prezzo. Per l’Agcom i clienti che avevano sottoscritto il pacchetto calcio prima delle modifiche ai contenuti avrebbero dovuto essere informati sull’esatto contenuto delle modifiche avvenute e ottenere un diritto di recesso dal contratto senza l’applicazione di penali nè costi di disattivazione nè l’addebito di costi riferiti a contratti con offerte promozionali.

LA REPLICA DELL’EMITTENTE. Sky ritiene di aver agito conformemente alla normativa e confida che la correttezza del proprio operato emergerà da un esame più approfondito in sede di ricorso dinanzi all’autorità giudiziaria amministrativa. Anche in questa occasione Sky ha dimostrato quanto la cura del cliente sia la priorità dell’azienda, decidendo sin dall’inizio della stagione 2018/2019 non solo di non ribaltare sulla propria clientela i maggiori costi rispetto al passato sopportati per l’acquisto dei diritti della Serie A, ma anche di arricchire il Pacchetto Sky Calcio con l’inclusione di rilevanti eventi calcistici, come l’Europa League e la Champions League”.

 

4 Commenti

4 Comments

  1. Ea

    maggio 25, 2019 a 05:19

    Vergogna Sky! Questi soldi della multa dovrebbero esser resi agli utenti per tutti i mesi fregatura (perché se sottoscrivi un pacchetti per seguire la tua squadra e poi devi correre sabato al bar per trovare posto,con spese annesse) un danno c’è senza contare che risultava pressoché impossibile trovare repliche anche di quelle trasmesse a fronte di 11 canali vuoti dalla seconda serata.

  2. gabriele

    maggio 25, 2019 a 12:40

    io penso che tutta la colpa secondo me non e di sky ma da bando dei diritti tv di serie A che la lega ha fatto quindi se poi sky ha messo su pacchetto calcio le coppe europee non so dove è il problema io la penso cosi

  3. embol

    maggio 25, 2019 a 14:02

    La replica è giusta ma il resto del calcio a pagamento, vorrei aggiungere che chi acquista il pacchetto calcio dovrebbe essere aggiunto l’Europa League e la Champions League”….

  4. giuseppe graziani

    maggio 25, 2019 a 18:28

    io ho perso di potere vedere numerose partite di serie a e tutte quelle di serie b pur continuando a pagare come nel 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy

Altro da News