Resta in contatto

Calciomercato

La Roma sempre su Cragno, ma Giulini…

Secondo l’edizione odierna de La Nuova Sardegna il presidente rossoblù respinge ai mittenti le avances per il suo portiere

Il ruolo di portiere, si sa, è sempre stato caro a Tommaso Giulini. Il presidente del Cagliari ha trovato proprio in Alessio Cragno uno dei suoi pupilli.

E, del resto, non potrebbe essere altrimenti considerato l’ottimo campionato fin qui disputato dall’estremo difensore di Fiesole, condito dalle costanti convocazioni in nazionale.

Ma è altrettanto vero che tutto ciò ingolosisce gli operatori di mercato. Cragno è oggetto del desiderio della Roma, che attende solo la fine di questo campionato per liberarsi del deludente Olsen e fiondarsi con decisione sul portiere rossoblù.

Ma Giulini, già quasi rassegato dall’idea di perdere già Barella, sembrerebbe intenzionato a non privarsi del suo pupillo almeno per la prossima stagione.

9 Commenti

9
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Pierpaolo Fenu
Ospite
Pierpaolo Fenu

D’accordo con Giorgio.Noi forse sognatori incalliti,ci metto dentro anche Francesco, ma sicuramente più razionali di chi in questo mondo,non solo quello calcistico, continua a non capire che i soldi sono tutto,i molti soldi non sono niente.Ricordiamoci sempre che essere una bandiera di un popolo potrebbe essere un aspirazione maggiore del calpestare campi di calcio dove,una volta finito,nessuno ti ricorda più.Odio eterno per il calcio moderno. Sempre solo CAGLIARI e Sardegna.

patrizio
Ospite
patrizio

Se la roma ci da pellegrini più 25 milioni di euro si può fare.

Paolo
Ospite
Paolo

Vanno bene anche 20 più Pellegrini

Francesco
Ospite
Francesco

Secondo me barella non andrà mai via dal Cagliari.

Gianni
Ospite
Gianni

Non só se vado controcorrente..peró bisogna sempre vedere il desiderio del giocatore in questione..lo che aspira per il suo bene e suo futuro..indipendentemente dalle analisi di terzi..in riguardo a un commento del tifoso ‘Giorgio’..premetto che non è mia intenzione scalfire i tuoi pensieri nella ‘roccia RossoBlú’..ma pensate bene..se Zola fosse stato a vita nella Torres..avrebbe avuto la opportunitá di ambire ad essere un monumento del calcio giocato a nivello internazionale?
un saluto a tutti

Alberto
Ospite
Alberto

La torres era in c2, il cagliari è in A, che paragoni fai, ajó!

Gianni
Ospite
Gianni

Infatti!! dopo la Torres è andato al Napoli di Diego Armando Maradona..aspirando a ben altri traguardi..questo era il fine del mio esempio

Alberto
Ospite
Alberto

E se Riva avesse lasciato il Cagliari per andare in una big oggi sarebbe annoverato tra i grandi attaccanti e niente più, e non avrebbe certo l’ammirazione di cui gode tra tutti gli appassionati del calcio proprio per la sua storia.

GIORGIO
Ospite
GIORGIO

Siamo quasi alla fine del campionato e già si fanno avanti le squadre più blasonate per i vari gioielli del Cagliari. Vorrei dire solo due parole: barella dovrebbe fare la stessa strada fatta da Riva e Conti,diventare leader di questa squadra e non pensare ai soldi che, si sono importanti, ma mai quanto essere rappresentante di una intera isola . Per Cragno stessa cosa,è giovane e può diventare ancora più forte di quanto sia già. Attenzione perché andare via alcune volte vuol dire bruciarsi.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy

Altro da Calciomercato