Resta in contatto

Rubriche

Accadde oggi – Era il 13 marzo 1983: Cagliari-Fiorentina 0-0

Piras

Una gara forse non decisiva per le sorti di quella stagione, ma che mise in mostra tanti giocatori che fecero la storia sia dei rossoblù che dei viola

Una stagione non certo fortunata, che portò poi alla retrocessione in Serie B. A due giorni dalla sfida alla Sardegna Arena contro i viola di Pioli, la data di oggi riporta alla mente quel 13 marzo di trentasei anni fa quando, guarda caso, il Cagliari affrontò la Fiorentina in una gara delicatissima per le sorti del campionato.

In campo c’erano tanti giocatori che hanno fatto la storia rossoblù: da Malizia a Vavassori, da Lamagni a Mariano Marchetti, per poi arrivare a Uribe e a Gigi Piras. Dall’altra parte, Galli, Passarella, Antognoni. La gara, comunque molto combattuta, si concluse a reti inviolate.

 

Stadio Sant’Elia, 13 marzo 1983: Cagliari-Fiorentina 0-0

CAGLIARI: Malizia, De Simone, Vavassori, Lamagni, Azzali, Pileggi, M. Marchetti, Restelli, F. Poli, Uribe, Piras. Allenatore Giagnoni.

FIORENTINA: Galli, Passarella, Contratto, Ferroni, Pin, Pecci, Antognoni, Bellini, Sala, Massaro, Bertoni. Allenatore De Sisti.

Arbitro: Lanese.

15 Commenti

15
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Marco
Ospite
Marco

…(segue) ricordo che segno Gigi Piras 1-0 per noi, ma poi loro giocarono con molta giù a e determinazione pareggiando con platini e poi segnando con boniek, 3 giorni dopo persero la finale di coppa campioni ad Atene con l’amburgo. Comunque retrocessione immeritata,la squadra era buona, il tanto vituperato presidente amarugi, alla luce delle squadre viste negli anni successivi, non è stato poi il peggior presidente come si pensava in quegli anni….

Granese
Ospite
Granese

scusami Marco, non condivido in niente, Amarugi acquisto il Cagliari dallo Stato per 1 miliardo e 300 milioni circa, consegnando solo 550 milioni e per il resto effettuando fidejussioni, vi era anche una cordata di imprenditori sardi che si erano dichiarati pronti a consegnare una cifra inferiore a quella di Amarugi di 20 milioni, però in contanti. Lo stato avrebbe potuto pretendere non so altri 21 milioni di fidejussioni da parte degli imprenditori sardi, ma per magia il Cagliari fu

Granese
Ospite
Granese

consegnato ad Amarugi, il quale fece subito delle cessioni il primo anno e poi altre quello seguente, insomma quella era una bella squadra si piazzò al VI° posto prima del suo avvento, il I° anno ci salvammo all’ultima giornata, il II° retrocedemmo. Vista la dinamica queste cose non avvengono per caso, i suoi acquisti erano giovani sconosciuti che nel seguito della loro carriera non hanno fatto nulla di buono, giocatori attempati e mediocri in cerca dell’ultimo ingaggio in serie A, acquistò

Granese
Ospite
Granese

anche 2 stranieri Vittorino dichiaratamente di 33 anni, ma forse ne aveva 40 e Uribe, un bel giocatore ma non in grado di dialogare con la pochezza degli altri componenti della rosa, poi il classico sudamericano che la fase difensiva non sa nemmeno cosa vuol dire. Con quei due il Cagliari si sarebbe dovuto salvare, invece retrocesse. Di li il baratro, alcuni anni con una salvezza stentata in B e poi la cessione a Moi con 3 miliardi di debito. Ecco Marco se Amarugi non è stato il peggiore

Granese
Ospite
Granese

forse perché l’ha superato Moi, che di calcio non ne capiva veramente nulla e ci porto prima in C e poi consegno la società nelle mani del Sindaco perché praticamente fallita. Anni dopo Amarugi venne arrestato con l’accusa di aver falsificato i bilanci 1982 e 1983, di aver sottratto alla società 400 milioni di lire, di essersi appropriato di altre somme ricavate dalla vendita di alcuni giocatori e di non aver versato l’ Irpef.
marco capisci me!. Ciao

Marco
Ospite
Marco

Per bilanci e irpef pagati o no valuta la covisoc, chi mandò il Cagliari sull’orlo del fallimento venne dopo amarugi, in quegli anni per le squadre di calcio e le campagne acquisti pagavano di tasca propria i presidenti, non come adesso che coi contributi televisivi ci vivi e ci campi alla stragrande e fare il presidente di società di calcio di serie A è diventato un lavoro mooolto redditizio…. Io comunque ragiono da tifoso e ti dico che tecnicamente il peggior Cagliari non è stato quello….

Alberto
Ospite
Alberto

Granese, grazie per la rinfrescata sulla storia del Cagliari.

Marco
Ospite
Marco

Comunque il Cagliari era tutt’altro che scarso quell’anno, siamo retrocessi perché nelle ultime 5 partite facemmo mi pare solo 1 punto, ce ne bastava solo 1 in più per non retrocedere e si poteva tranquillamente fare solo che la squadra si sentiva già salva molto prima della fine e si rilasso’, e arrivo’ all’ultima partita in casa dell’ascoli ormai scarica, ci bastava comunque pareggiare con la juve già vincitrice del campionato alla penultima giornata (segue)…

Granese
Ospite
Granese

veramente un gol loro lo fecero ed anche valido, gli venne annullato ingiustamente dall’arbitro, indovinate voi chi vinse poi lo scudetto? da li è nato il detto viola, meglio II° che ladri e per ladri indovinate a chi si riferiscono? unica cosa che noi con quel pareggio ci salvammo, poca cosa perché l’anno successivo andammo in B comunque. Presidente Amarigi il grande prenditore.

Alberto
Ospite
Alberto

Mi sa che sta confondendo, quella era, mi pare, nel 1982 e non certo a marzo. Io c’ero e ricordo la rabbia dei fiorentini che uscendo dal s.elia sentivano le radioline e qualcuno l’aveva pure spaccata a terra alla notizia della vittoria della juve su rigore, che comunque c’era.

Granese
Ospite
Granese

si Alberto è vero quello di cui parlo io era il campionato 1981-82, hai ragione, non ricordo invece lo 0-0 del 1982-83, in quell’anno ricordo solo 2 partite quella contro la juve persa in casa per 1-2 e quella persa ad Ascoli 2-0, che decreto la retrocessione.

Alberto
Ospite
Alberto

Si, l’inedita retrocessione con 26 punti, mi pare.

Marco
Ospite
Marco

Confermo, c’ero anche io, stadio pieno, partita molto importante, noi almeno pareggio per non retrocedere, fiorentina con vittoria vince scudetto, nel primo tempo annullato un gol di Ciccio Graziani regolarissimo, per noi ci andò di lusso…

Alberto
Ospite
Alberto

Marco, per curiosità sono andato su youtube a rivedere il gol annullato a Graziani e secondo me era stato giustamente annullato par il fallo di Bertoni sulla presa alta di Corti, gli sposta il braccio e poi la palla arriva a Graziani che insacca.

Marco
Ospite
Marco

Quel gol fu comunque un grosso brivido, ricordo un primo boato solo della parte dello stadio coi tifosi viola, poi il nostro dopo che capimmo che il gol fu annullato…

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy

Altro da Rubriche