Resta in contatto

Rubriche

Pagellone rossoblù 2018 – Gli allenatori

Il 2018 iniziò con López subentrato a Rastelli e proseguì con l’arrivo di Maran che pur tra mille difficoltà sta dando una precisa identità

Diego López e Rolando Maran. Sono stati infatti loro due a sedersi sulla panchina del Cagliari nell’anno solare 2018 andato in archivio ieri. Due tecnici diversi, entrambi però alle prese con situazioni difficili, differenti tra loro.

LOPEZ. L’allenatore di Montevideo, che si sta prendendo delle soddisfazioni in Uruguay (sua terra d’origine) rilevò una squadra con evidenti problemi da Massimo Rastelli, esonerato dopo il brutto ko casalingo subìto  alla Sardegna Arena contro il Genoa, e la portò ad una salvezza centrata solo all’ultima giornata con la vittoria ai danni dell’Atalanta e la contemporanea sconfitta del Crotone di Zenga al San Paolo contro il Napoli,  López, nel mercato di gennaio, chiese ed ottenne l’arrivo in prestito secco di Leandro Castán dalla Roma. I suoi alti e bassi hanno comunque contribuito alla causa che, dopo la sconfitta al termine di un’eccellente gara proprio contro la Roma sembrava persa, col Cagliari ad un passo dalla Serie B. Anche perché (seppur con passivo minore) le sconfitte non furono certo poche. Per fortuna poi tutto cambiò con la fondamentale vittoria al Franchi contro la Fiorentina, bissata dal già citato successo sull’Atalanta.

MARAN. A fine stagione il presidente Tommaso Giulini, di concerto con il ds Marcello Carli, che a poche giornate dalla fine del precedente campionato prese il posto dell’esonerato Giovanni Rossi (tornato al Sassuolo) prese la decisione di non confermare Diego López e di cambiare allenatore. Dopo qualche incontro con Roberto De Zerbi, senza trovare l’accordo, la scelta si indirizzò su Rolando Maran. Il cinquantaquattrenne allenatore di Trento, reduce da una triennale esperienza con il Chievo Verora (con esonero a tre giornate dalla fine dello scorso campionato) ha dato una sua impronta alla squadra, ottenendo 8 pareggi in 19 gare fino ad ora disputate con 20 punti all’attivo.

Che di fatto sono gli stessi ottenuti dai rossoblù a fine girone d’andata 12 mesi fa. Certamente Maran qualche errore di valutazione lo ha fatto, ma ha anche dovuto convivere con momenti avversi non solo per qualche punto perso dopo gare dominate in particolare con Sassuolo e Milan, terminate entrambe con un pareggio, ma anche per via dell’infortunio di Castro che ha pesato notevolmente, oltre all’assenza in più di una gara di Pavoletti, con un attacco che con Farias e Sau segna col contagocce e un Cerri che è propositivo con ampi margini di miglioramento, ma ancora lontano da quello che può e deve soprattutto essere un attaccante in Serie A.

3 Commenti

3
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook

Per il momento la società ha cambiato tutto per con i risultati non è cambiato quasi nulla complice anche un bel po’ di sfortuna con i vari infortuni però comunque da mettere in preventivo spero in girone di ritorno con qualche soddisfazione in più

Mauro
Ospite
Mauro

Maran é un mister che ha esperienza e per Cagliari puo divantare il nostro Ferguson o il nostro Simeone,ha dato un gioco e un carattere un impronta alla squadra,una squadra che non molla mai,che ci crede fino alla fine,che non muore mai,abbiamo ancora molto da migliorare,a volte abbiamo avuto delle prestazioni brutte irriconoscibili.fuori casa bisogna ancora capire come proporsi. va migliorato il nostro rendimento.ha me piace mister Maran ho molta stima in lui e penso che ci salveremo bene ….

Franco Tidu
Sottoscrittore

il problema non è l’allenatore,il problema è Giulini…deppiri bogai su dinai per fare una squadra competente,non solo chiacchiere,come disse appena aquistato il Cagliari p[romettendo che entro il 2020 ci portava in champion league…non mi seu scaresciu…voglio vedere dove il suo cuore porta ai valori della nostra squadra,o è solo interessato alle risorse industriali che possiede in Sardegna

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy

Altro da Rubriche