Resta in contatto

Approfondimenti

Prima sconfitta casalinga, ma c’è voluto il Napoli e un calcio di punizione

Un Cagliari coraggioso ha dimostrato ancora una volta che passare alla Sardegna Arena è difficile per tutti

IL FORTINO ABBATTUTO. Dopo quindici giornate è finita l’imbattibilità casalinga del Cagliari. È servito il Napoli, la seconda forza del campionato, ed ha avuto bisogno di un calcio di punizione per farlo. I partenopei hanno sudato tanto per conquistare i tre punti e i sardi hanno dimostrato che quell’imbattibilità non è mai stata un caso.

LETTURA IMPECCABILE. Ancora una volta il mister Rolando Maran ha visto giusto nella lettura della gara. Ha pagato la scelta di un attacco rapido con Joao e Farias, perché il Napoli in qualche circostanza ha rischiato sulle ripartenze rossoblù. Giusto arretrare Bradaric sulla linea di difesa negli ultimi dieci minuti per difendere un punto d’oro.

CRESCITA. Una sconfitta che però lascia intatta e forse rafforza la consapevolezza della qualità di questa rosa. Tanti gli assenti e diversi gli spostamenti di ruolo, eppure la squadra mantiene sempre intatta la propria identità. Una solidità e una coesione che lasciano sperare bene per il prosieguo della stagione.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti