Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Tarantino: “Napoli con i postumi della Champions, ma è carico”

Abbiamo sentito per voi un grande esperto della galassia partenopea che ci anticipa umori e condizioni del Napoli alla vigilia dell’incontro con il Cagliari

Il Napoli arriva alla Sardegna Arena dopo l’eliminazione in Champions League che brucia e non poco. Stefano Tarantino, corrispondente per Radio Sportiva e giornalista esperto dell’universo azzurro ci racconta la vigilia della sfida con il Cagliari vista dall’altra parte dello steccato.

Come arriva il Napoli a questa sfida con il Cagliari?
“Da un punto di vista mentale ci arriva con i postumi della sconfitta di Liverpool. Il passaggio del turno in Champions era un obiettivo che Ancelotti e De Laurentis volevano raggiungere fortemente. Era il girone più duro della Champions e il Napoli lo ha condotto dalla prima alla quinta giornata. La squadra però si è subito compattata: c’è stata una cena tutti insieme giovedì sera per smaltire le scorie. Il campionato rimane un obiettivo principale e gli azzurri sono carichi”.

Per quanto riguarda la formazione, cosa pensa che si inventerà Ancelotti domani?
Ancelotti rispetto a Sarri ha adottato un turn over molto robusto. Questa volta però sarà costretto a delle scelte obbligate perché la trasferta di Liverpool ha lasciato i segni. Albiol e Maksimovic non sono in perfette condizioni, con molta probabilità giocherà Luperto al centro e a sinistra dovrebbe riposare Mario Rui. Meret ha accusato ieri un problema alla spalla e ci sono dei dubbi. A centrocampo ci saranno Allan e Callejon non si toccano, da valutare Hamsik quindi se la giocheranno Rog e Diawara. Infine davanti c’è un ballottaggio tra Insigne e Mertens“.

Che Cagliari si aspetta di vedere invece?
“La partita con la Roma identifica bene la squadra di Maran e ciò che gli sportivi in generale si aspettano dal Cagliari. Maran è un allenatore tagliato per le squadre di media classifica, ha dei giocatori molto pericolosi che in casa si fanno rispettare, tanto che insieme a Juventus e Napoli è l’unica imbattuta tra le mura amiche. Il Cagliari è la squadra che ha segnato di più di testa in campionato e il Napoli quella che ha segnato meno (il primo è arrivato domenica scorsa con Milik). Ecco perchè l’assenza di Pavoletti viene ben vista dai partenopei”.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy

Altro da Rubriche