Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Tarantino: “Napoli con i postumi della Champions, ma è carico”

Abbiamo sentito per voi un grande esperto della galassia partenopea che ci anticipa umori e condizioni del Napoli alla vigilia dell’incontro con il Cagliari

Il Napoli arriva alla Sardegna Arena dopo l’eliminazione in Champions League che brucia e non poco. Stefano Tarantino, corrispondente per Radio Sportiva e giornalista esperto dell’universo azzurro ci racconta la vigilia della sfida con il Cagliari vista dall’altra parte dello steccato.

Come arriva il Napoli a questa sfida con il Cagliari?
“Da un punto di vista mentale ci arriva con i postumi della sconfitta di Liverpool. Il passaggio del turno in Champions era un obiettivo che Ancelotti e De Laurentis volevano raggiungere fortemente. Era il girone più duro della Champions e il Napoli lo ha condotto dalla prima alla quinta giornata. La squadra però si è subito compattata: c’è stata una cena tutti insieme giovedì sera per smaltire le scorie. Il campionato rimane un obiettivo principale e gli azzurri sono carichi”.

Per quanto riguarda la formazione, cosa pensa che si inventerà Ancelotti domani?
Ancelotti rispetto a Sarri ha adottato un turn over molto robusto. Questa volta però sarà costretto a delle scelte obbligate perché la trasferta di Liverpool ha lasciato i segni. Albiol e Maksimovic non sono in perfette condizioni, con molta probabilità giocherà Luperto al centro e a sinistra dovrebbe riposare Mario Rui. Meret ha accusato ieri un problema alla spalla e ci sono dei dubbi. A centrocampo ci saranno Allan e Callejon non si toccano, da valutare Hamsik quindi se la giocheranno Rog e Diawara. Infine davanti c’è un ballottaggio tra Insigne e Mertens“.

Che Cagliari si aspetta di vedere invece?
“La partita con la Roma identifica bene la squadra di Maran e ciò che gli sportivi in generale si aspettano dal Cagliari. Maran è un allenatore tagliato per le squadre di media classifica, ha dei giocatori molto pericolosi che in casa si fanno rispettare, tanto che insieme a Juventus e Napoli è l’unica imbattuta tra le mura amiche. Il Cagliari è la squadra che ha segnato di più di testa in campionato e il Napoli quella che ha segnato meno (il primo è arrivato domenica scorsa con Milik). Ecco perchè l’assenza di Pavoletti viene ben vista dai partenopei”.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche