Resta in contatto

Approfondimenti

De Zerbi e il mancato approdo al Cagliari. Domenica in Sardegna arriva il Sassuolo

Conosciamo meglio l’ex allenatore di Foggia, Palermo e Benevento. I neroverdi affronteranno i rossoblù con un Berardi ritrovato e Boateng falso nueve

Roberto De Zerbi fa sicuramente parte del lotto dei giovani allenatori italiani di maggior talento. L’ex tecnico di Foggia e Benevento è stato accostato alla panchina del Cagliari prima dell’approdo in rossoblù di Rolando Maran. De Zerbi, ora alla guida del Sassuolo, domenica alle 20,30 affronterà Pavoletti e compagni da avversario.

AMBIZIONE E SPIRITO PROPOSITIVO. De Zerbi, nelle sue esperienze da allenatore, non ha praticamente mai rinunciato al 4-3-3. Non lo ha fatto a Foggia, a Palermo e nemmeno a Benevento. A Reggio Emilia ha scartato il 3-5-2 di iachiniana memoria per riabbracciare il sistema di gioco offensivo fabbricato da Eusebio Di Francesco. I principi di gioco del mister bresciano sono chiari: compattezza in fase difensiva e ambizione quando si ha la palla nei piedi. Così il Sassuolo è riuscito ad imporsi sull’Inter di Luciano Spalletti.

COME ARRIVA IL SASSUOLO. Il Sassuolo arriva al match della Sardegna Arena dopo un ottimo ritiro pre-campionato e dopo la prima giornata che ha già regalato una gioia ai neroverdi. De Zerbi ha, tra gli altri, un obiettivo: valorizzare Domenico Berardi. L’esterno offensivo è reduce da annate poco fortunate ma con l’ex Benevento potrebbe esplodere definitivamente. E in tal senso, inutile nasconderlo, anche Roberto Mancini si frega le mani. Il tecnicno di Jesi, infatti, vorrebbe puntare sugli interpreti migliori per il suo 4-3-3. De Zerbi, inoltre, vorrebbe far tornare ai vecchi fasti Kevin Prince Boateng. Il ghanese ex Milan ha firmato con la società di Squinzi dopo un anno in chiaroscuro trascorso all’Eintracht Francoforte. Per il numero ventisette ci sarà la possibilità di giocare spesso da falso nueve. Per il Cagliari, che deve iniziare a fare punti dopo la falsa partenza di Empoli, non sarà un impegno facile.

 

6 Commenti

6 Comments

  1. Commento da Facebook

    agosto 24, 2018 a 16:02

    Magari

  2. Commento da Facebook

    agosto 24, 2018 a 16:22

    E certo,i più bravi sono quelli che nn sono arrivati

  3. Commento da Facebook

    agosto 24, 2018 a 16:34

    Anche lui con una rosa cosi ridicola avrebbe fatto fatica.

  4. Commento da Facebook

    agosto 24, 2018 a 16:44

    Ha fatto bene ad andare col Sassuolo…il Cagliari ha una squadra di mediocri…si e visto domenica scorsa…De zerbi ha vinto contro l’Inter….il Cagliari…invece…

  5. Milo

    agosto 25, 2018 a 15:42

    Ma veramente? Qui si vince una partita cin una squadra che ancora un cantiere aperto e viene etichettata come il REAL MADRID vuoi mettere la bravura il talento e l’esperienza di un certo Rolando Maran, questo articolo e offensivo nei confronti dEl Mister Maran.
    FORZA CASTEDDU❤💙
    SEMPRE E COMUNQUE.

  6. Milo

    agosto 25, 2018 a 16:03

    Wauuuuu che fiducia alla propria squadra!
    Il campionato è appena iniziato e il cagliari e già retrocesso e il Sassuolo e in finale con la Juventus. 😂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti