Resta in contatto

News

Diritti tv: assegnati a Sky Sport e Perform i pacchetti triennio 2018/2021

Il presidente della Lega Calcio Miccichè: “Raggiunto un importo superiore a 973 milioni di euro, circa 20% in più rispetto alle offerte ricevute a gennaio”

Fumata bianca. In Lega Calcio dopo mesi difficili, passati dall’assegnazione a Mediapro che non ha poi presentato la fideiussione da 1.2 miliardi di euro (dopo una caparra di 64 milioni di euro) dopo l’acquisizione avvenuta a febbraio, il ricorso di Sky, sono stati annunciati gli accordi per il triennio 2018/2021 con la stessa emittente satellitare e Perform, che invece era interessata alle trasmissioni web.

Dopo aver presentato la busta in mattinata nel pomeriggio Mediaset, che nella sua nuova offerta a pagamento ha anche dei canali di Sky Sport, a seguito dei recenti accordi stipulati) si è tirata indietro.

PREZIOSI E MICCHICHE’. Ad annunciare l’assegnazione è stato per primo il presidente del Genoa, il quale all’uscita dall’assemblea ha affermato: “I tre pacchetti sono stati assegnati a Sky e Perform. Le offerte sono state migliori a rispetto a quanto ci aspettavamo. In attesa di eventuali accordi di ritrasmissione quindi, su cui sono in corso trattative, Sky trasmetterà il match clou della domenica sera e il posticipo del lunedì oltre a due partite del sabato (ore 15 e ore 18) e a tre della domenica (alle 15 e 18). Perform ha invece il pacchetto con la partita di mezzogiorno della domenica, una della domenica pomeriggio e l’anticipo del sabato sera.

Successivamente, in attesa del comunicato ufficiale previsto in serata, la conferma è giunta anche dal presidente della Lega Calcio Miccichè, il quale si è detto molto soddisfatto: “E’ stato raggiunto un importo superiore a 973 milioni di euro, circa 20% in più rispetto alle offerte di gennaio. Sky si aggiudica la parte principale delle partite. Siamo riusciti a ottenere una partecipazione rilevante di circa 100 milioni, che si vanno ad aggiungere in base a risultati variabili di Sky e Perform, in funzione del numero di abbonati e ricavi”.

90° MINUTO SALVO – Lo stesso numero uno della Lega Serie A, ha inoltre dato un importante annuncio a chi non è abbonato: “Siamo riusciti a ottenere maggiore elasticità da parte dei soggetti aggiudicatari per le trasmissioni in chiaroHo chiamato il direttore generale della Rai per comunicarglielo, ma non mi ha risposto. 90′ Minuto andrà in onda anche quest’anno e certamente per prossimi tre”. Resta comunque in vigore comunque, il divieto di trasmettere in chiaro le partite del sabato sera fino al pomeriggio di domenica.

LA SODDISFAZIONE DI SKY. “Siamo fieri di poter continuare a garantire ai nostri clienti il meglio del calcio di Serie A, con un’offerta mai così esclusiva, un prodotto di qualità editoriale e di spettacolarità tecnologica – afferma Andrea Zappia, Amministratore Delegato di Sky Italia – Da sempre puntiamo a valorizzare il racconto del calcio italiano, esaltando il bello di questo sport. Sky oggi è orgogliosa di poter offrire ai clienti il meglio del calcio in esclusiva, insieme alla migliore esperienza televisiva e alla totale libertà di scelta, anche grazie alla possibilità di vedere i contenuti attraverso molteplici piattaforme tecnologiche. E’ così che ogni giorno confermiamo di essere la casa del grande sport, a fianco dei tanti appassionati che scelgono di viverlo su Sky.”

La Serie A va a completare la già ricchissima offerta di calcio su Sky, che per il triennio 2018/21 sarà anche la casa delle coppe europee con la trasmissione in diretta di tutta la nuova UEFA Champions League e di tutta la UEFA Europa League, per seguire il cammino delle 7 squadre italiane in Europa. A questo si aggiunge, sempre in esclusiva per i clienti Sky, anche la Premier League inglese, in attesa degli Europei 2020.

LA PROTESTA DI MEDIASET. In casa del Biscione l’assegnazione da parte della Lega Calcio a Sky e Perform non è piaciuta. Attraverso una nota stampa si è evidenziato che: “Il bando per i diritti tv della Serie A era totalmente squilibrato. Basta pensare che fino a oggi i pacchetti per il digitale terrestre avevano sempre contenuto tutte le partite delle migliori otto squadre italiane. Mentre il bando di oggi offre 3- 4 match per turno, oltretutto senza club chiaramente definiti e quindi senza nessun appeal per i tifosi delle singole società. Nonostante questo, per tutelare i diritti di visione dei clienti Premium, Mediaset ha partecipato per il pacchetto meno penalizzante (il pacchetto 6) offrendo una cifra rilevantissima, un totale di 600 milioni di euro in tre anni”.

E ora, malgrado l’esito delle assegnazioni, Mediaset – prosegue la nota – si è mossa immediatamente per far riconoscere a favore degli abbonati Premium il diritto di accesso alla Serie A attraverso i diritti di ritrasmissione, uno strumento che è stato definito perfetto per scongiurare l’obbligo dei telespettatori a sottoscrivere diversi abbonamenti per poter vedere tutte le partite della propria squadra. Stiamo già procedendo a richiedere per iscritto agli aggiudicatari dei diritti le condizioni della ritrasmissione dei match per i clienti Premium sul digitale terrestre.

Lascia un commento

Lascia una recensione

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News