Resta in contatto

News

L’Europa League è dell’Atletico Madrid: Olympique Marsiglia ko 3-0

Allo Stade de Lyon grande protagonista Griezmann con la doppietta che vale il trofeo per la squadra di Simeone, Francesi sfortunati per il brutto infortunio rimediato da Payet alla mezz’ora

La Coppa dell’Europa League lascia lo Stade de Lyon, sede della finale 2017/2018, per andare nelle mani dell’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone, che ha superato senza tante difficoltà (come era nelle previsioni) 3-0 l’Olympique Marsiglia Di Rudi Garcia, che dopo l’allora Coppa Uefa nel 1999 persa a Mosca con il Parma e quella del 2004 a Göteborg con Valencia, non è riuscito a spuntarla neanche stasera.

FRANCESI BENE IN AVVIO MA SEGNA l’ATLETICO. Inizia forte (3’) l’undici transalpino con German (ex attaccante del Monaco) che sulla splendida verticalizzazione di Payet, fallisce un clamorosa occasione per battere Oblak, calciando il suo destro sopra la traversa, da pochi passi. La squadra di Garcia crea ancora ma il portiere dei madrileni non è comunque impegnato severamente sia al 12’ da Sarr, quindi al 15’ da Koke e al 19’ da Thauvin.

Ad andare in vantaggio al 22’ è l’Atletico con Griezmann, che (aiutato dal passaggio di Gaby) dopo l’errore di Zambo Aguissa, effettua un piatto sinistro e che supera Mandanda. Un gol che cambia la sfida, anche perché piove sul bagnato in casa OM. Infatti (31’) Payet resta a terra e Garcia è costretto al cambio, inserendo Maxime Lopez, con Payet che lascia il campo in lacrime applaudito da tutto lo stadio e confortato da compagni e di squadra e tutta la panchina. Squadre al riposo dopo 1’ di recupero.

GRIEZAMANN PIAZZA LA DOPPIETTA.  In apertura di ripresa l’attaccante francese classe 1991 nativo di Màcom, realizza ancora, portando i suoi sul 2-0, grazie al 112 gol in 208 partite con la maglia dell’Atletico tra campionato, coppe nazionali e coppe europee, finalizzando al meglio l’imbeccata di Koke con uno scavetto col sinistro, che Mandanda in uscita può solo vedere entrare in  rete ancora una volta.

Partita di fatto a senso unico, con la OM ad un passo dal 3-0 al minuto 8, quando Godin gira di testa verso la porta, palla di un soffio a lato. Al 25’ su angolo di Griezmann, Saul colpisce di testa sul secondo, ma è provvidenziale Luiz Gustavo a deviare la sfera in calcio d’angolo. Sulla battuta di Koke, Mandanda alza sopra la traversa per evitare il gol.

IL MARSIGLIA CENTRA IL PALO, LATLETICO CALA IL TRIS. Anche sfortunati i ragazzi di Garcia, Che al 36’ colpisce il palo con Mitroglu. La sfera supera Oblak, si stampa sul legno attraversa tutta l’area di porta e termina fuori. Poco dopo (38’) il portiere degli spagnoli dice no al gran sinistro scagliato da Amavi in posizione centrale.

L’Olympique non riapre la partita, quella madrilena la chiude definitivamente al 44’ con il terzo gol siglato da Gaby su palla suggerita da Koke.  La festa dei tifosi dei colchoneros, iniziata al primo gol, può decollare davvero.

Lascia un commento

Lascia una recensione

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News