Resta in contatto

News

López: “Possiamo giocare anche con un regista alto. Contento di Sau”

Alla vigilia della gara contro l’Inter, il mister Diego López risponde alle domande dei media nella conferenza stampa dal centro sportivo di Asseminello.

Dopo l’importante vittoria di sabato pomeriggio contro l’Udinese i rossoblù sono chiamati all’impresa contro l’Inter di Luciano Spalletti, reduce da uno 0-0 contro l’Atalanta. Ecco le parole del tecnico Diego López:

Assenti Dessena, Cigarini, Barella, Farias e Deiola

PARTITA TIRATA. “Hanno recuperato tutti e quelli che abbiamo a disposizione stanno bene. Chi giocherà al posto di Barella e Cigarini avrà una bella opportunità. Dobbiamo andare a prendere punti in un campo difficile e con una grande squadra”.

POCO DA PERDERE? “Assolutamente no, abbiamo tre punti da perdere. Sappiamo che sarà una partita dove attraverseremo delle difficoltà, ma dobbiamo avere fiducia”.

LE DIFFERENZE SI ASSOTTIGLIANO. “Ieri la Spal ha fatto punti con la Fiorentina, quindi non è detto che una squadra come la nostra non possa fare risultato con una big. Non possiamo permetterci di pensare alla prossima, dobbiamo cercare di fare punti contro l’Inter. Sarà importante la mentalità”.

ICARDI. “Lui è un giocatore importante, se gli lasci mezza palla gol lui te la butta dentro. Noi non andiamo a buttare via la palla, dobbiamo giocare e fare le nostre cose indipendentemente da chi abbiamo davanti”.

REGISTA. “L’abbiamo visto anche domenica. Quando è entrato Cossu abbiamo cambiato un po’. Invece che avere il vertice basso lo possiamo mettere alto. Cossu si è sempre allenato bene ed è un esempio vero per i più giovani. Domenica è entrato in una partita viva ed è venuta fuori la sua qualità, gioca a tutto campo e non fa solo il trequartista. In questa fase chi sta giocando meno avrà un’opportunità”.

CALIGARA. “Lui è un ragazzo giovane ma in questo momento non è pronto per giocare dall’inizio. Forse a partita in corso, ma ha 18 anni e deve crescere. Deve guardare i più esperti e lo sta facendo”.

DUE CAMBI SICURI.Domani abbiamo una partita importante e nonostante i cambi che faremo dobbiamo essere consapevoli di poter far punti. Anche il Benevento non era una grande squadra ma sapevamo che ci avrebbe messo in difficoltà”.

LA VITTORIA CON L’UDINESE. “Noi sapevamo già di dover restare concentrati, non cambia ora che siamo a più cinque dalla terzultima. Il discorso salvezza non è chiuso e ai ragazzi l’ho detto. Abbiamo fatto un risultato fondamentale ma è tutto ancora in gioco”.

DIFESA A QUATTRO? “A partita in corso si potrebbe fare. Lo abbiamo fatto col Crotone e abbiamo tenuto bene il campo. Anche a Benevento alla fine lo abbiamo fatto”.

SAU. “Lui si è messo al servizio della squadra e questo è un segnale importante che ha dato agli altri. I due davanti domenica sono stati degli animali, hanno lottato e ci hanno messo qualità. Marco ha recuperato palloni importanti e sono contento di come sta lavorando”.

Aggregati Kouadio e Tetteh dalla Primavera, rispettivamente col 33 e il 35.

Lascia un commento

Lascia una recensione

avatar
500
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News