Resta in contatto

News

Diritti tv, maggiori introiti ai club medio-piccoli

Il ministro allo Sport Luca Lotti, già dal suo insediamento nello scorso dicembre aveva anticipato una riforma dei diritti televisivi. Ne parla il Corriere dello Sport.

Un passo dovuto e fondamentale: riequilibrare il differenziale tra gli introiti spettanti ai grandi club di prima fascia e quelli medio-piccoli – in cui rientra anche il Cagliari Calcio – per garantire maggiore capacità di investimento e spettacolarità al movimento calcistico principale del nostro Paese. La percentuale comune ripartita salirà dal 40 al 50% proprio come avviene in Inghilterra e Spagna. Inoltre, tra i criteri considerati, verrà dato maggior peso ai recenti risultati del club (non solo al blasone…) e al bacino d’utenza. La riforma Lotti entrerà nel Documento economico e finanziario del Governo a giorni.

 

3 Commenti

Lascia una recensione

3 Commenti su "Diritti tv, maggiori introiti ai club medio-piccoli"

Notificami
avatar
500
Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Mariano
Ospite

ce ne può fregar de meno di cosa pensano le 7 sorelle, l’importante è che venga inserito nel DEF di conseguenza diventerà legge di stato

Ospite

chissa le sette ingorde…cosa ne’ pensano….

piero
Ospite

era ora…ma le sette mangiasoldi cosa ne’ pensano?le ingorde del calcio italiano sono d’acccordo?

wpDiscuz
Advertisement

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a CAGLIARI su Sì!Happy
Advertisement

Altro da News